domenica 30 agosto 2015

cous-cous, verdure e mozzarella

Stavo preparando il sugo con i pomodorini a grappolo, una bella padella da conservare nei barattoli per l'inverno e non avevo molta voglia di mettere sul fuoco altre padelle per il pranzo; ho approfittato del sugo fresco per questo piatto veloce.

Ingredienti per 1 porzione:
sugo di pomodoro
3 cucchiai di cous-cous precotto
verdure fresche a piacere (io ho usato carota, zucchina, cetriolo e pomodoro)
mozzarella di bufala
olio e.v.o., aceto, aromi a piacere

Nel sugo di pomodoro che sto preparando ho già incorporato un soffritto di cipolla, per dare un po di aroma e profumo di base; ho messo due mestoli di sugo in una padella che ho messo sul fuoco e appena ha iniziato a bollire ho aggiunto 3 cucchiai di cous-cous, spento il fuoco, coperto con un coperchio e lasciato riposare il tempo di assorbimento del sugo (di solito 3/5 minuti sono sufficienti per il cous-cous precotto), poi ho lasciato raffreddare il tempo della preparazione delle verdure.
Ho grattuggiato la carota, a listarelle sottilissime e la zucchina in listarelle un po' più gosse, con l'apposita grattugia, il cetriolo e il pomodoro a rondelle. Ho condito con aceto, olio e.v.o. e basilico (io non metto il sale, gli aromi e il condimento sono sufficienti), messo tutto nel piatto con il cous-cous e le due mozzarelline di bufala.
Un piatto veloce da preparare, fresco per le verdure, al posto della mozzarella si può utilizzare qualcos'altro, nel frigo avevo anche il tofu e la prossima volta userò questo.

domenica 16 agosto 2015

ferragosto sul monte Maggio

E' tanto, troppo tempo che non aggiorno il blog; la colpa è del troppo lavoro di quest'anno e per recuperare un po' dalla stanchezza e lo stress ho approfittato anche delle bellissime giornate che quest'anno non ci hanno mai abbandonato dalla primavera per fare dei bellissimi giri con la mountain-bike. L'ultimo proprio il giorno di ferragosto, sul monte Maggio, sull'altipiano di Folgaria.
Io a Guido abbiamo lasciato la macchina a Fondo Grande e da qui comincia la salita fino a Passo Coe e dalla strada lungo il lago vediamo sullo sfondo la ex Base Nato.
Passiamo tra il lago e Malga Zonta dove ogni anno, il 15 agosto, si ricorda l'eccidio di 17 persone nel 1944...
 ...tutta la strada che percorriamo è ex strada militare, in alcuni tratti ormai invasa dalla vegetazione, in altri il tracciato rimasto era un po' stretto e sconnesso, tanto che bisognava spingere le bici a mano....
 ...dall'alto del monte Maggio la vista è bellissima, peccato per le nuvole e la foschia dovute al brutto tempo di questi giorni, ma il panorama era visibile a 360°; a ovest valle di Terragnolo e, nella V a sinistra si intravedeva Rovereto...
 ...a est la valle che scende dal Passo della Borcola verso Posina (Veneto) e, più in là, il Pasubio....
...poi, sulla strada più avanti, già lungo la via in discesa, Folgaria....
 ...dopo una ultima risalita passiamo anche a lato del Forte Dosso delle Somme e da qui la strada scende fino a Serrada; noi ci siamo passati vicini, deviando verso Fondo Grande, dove riprendiamo l'auto giusto 15/20 minuti prima che arrivasse il temporale...
 ...lungo tutto il percorso tanti fiori, ma non mi sono fermata tantissimo per fare foto, sapendo che il tempo stava peggiorando, sentendo i primi tuoni avvicinarsi e rischiando di prendere il temporale lungo la strada... 
 ...ecco, durante l'estate non ho prodotto molto, qualche braccialettino e alcune pochettes, ma ho delle bellissime foto delle molte escursioni fatte e mi riprometto di pubblicarle nelle prossime settimane...

venerdì 1 maggio 2015

giovedì 9 aprile 2015

Creatività Femminile in mostra

Creatività Femminile in mostra a Trento
sabato 11 aprile, dalle 10,00 alle 18,00 in piazza Duomo
ci sarò anch'io al tavolo 201 (nell'angolo tra il Duomo e Palazzo Pretorio, nella terza fila.....)

sabato 4 aprile 2015

un ospite in giardino...

Oggi uscendo in giardino ho notato qualcosa che volava dal prato ad uno dei rami dell'albicocco; non era una farfalla, non vedevo bene le ali e sentivo un fruscio ed era abbastanza grande. Mi sono avvicinata piano piano e ho visto la cavalletta, una bella cavalletta, grande tra gli 8 e 9 cm...
...mentre la osservavo e la fotografavo, anche lei mi osservava, man mano che mi avvicinavo si spostava verso il lato opposto e, tenendosi con le zampette, ruotava sul rametto...
...ma si è fatta fotografare e le ho fatto un bel primo piano; mi sono accorta che aveva una sola antenna, chissa', qualche piccolo incidente.....
...e tra i tanti fiori che sono sbocciati nel giardino ho scelto questo bellissimo fiore di pesco per fare gli auguri di
Buona Pasqua!!!!

domenica 22 marzo 2015

calzini ai ferri

Iniziati a metà febbraio, finalmente ho finito i calzini per Guido. La lana che ho utilizzato è morbida e calda. Dalla spola si vedeva che il colore sfumava nelle varie gradazioni di grigio e nocciola, penavo avesse i colori che si ripetevano, come normalmente si trova nei gomitoli; invece, come si vede dalle foto, i colori non si ripetono allo stesso modo e le varie sfumature hanno lunghezze diverse e il risultato è un paio di calzini "spaiati", righe e colori diversi.....
...li ho lavorati in tondo con i 5 ferri e il tallone l'ho fatto come me lo aveva insegnato mia nonna, con questa lavorazione ad "angolo" che mi piace di più del tallone a staffa diritta...
...il disegno ad alveolo mi ha dato un po' di lavoro di intreccio ma il risultato mi piace tantissimo.....

lunedì 2 marzo 2015

copri-quaderno ricicloso

Volevo cambiare un po il look del mio quaderno appunti, la copertina cominciava ad essere un po' rovinata e volevo fare una prova per vedere se riuscivo a combinare qualcosa con i soliti avanzi che ho nello scatolone. Mi aveva colpita l'agenda che trovate qui, fatta dalla brava Daniela, e, preso un altro pezzo dello stesso paio di jeans usato per la pochette del precedente post, provato un paio di aggiunte di cotoni colorati, alla fine ho optato per un semplice pezzo di pizzo color panna. Ho tagliato il fondo di una delle gambe, solo scucito la cucitura centrale, che di solito non è ribattuta, e cucite le due parti esterne in modo da formare le tasche per infilarci la copertina, lasciando la rifinitura originale come bordo.
Ho un altro quaderno appunti da rivestire e altri avanzi a cui attingere, e penso che sia un'idea carina anche per un prossimo regalo.
Devo chiedere scusa se non riesco ad essere molto presente con gli aggiornamenti del blog perché a metà del mese scorso  ho già ripreso a lavorare, con parecchio anticipo sul previsto ed avendo comunque programmato altri impegni e controlli medici, mi si è accavallato tutto; riesco però a passare dai vostri blog, anche se qualche volta molto molto velocemente.

martedì 17 febbraio 2015

pochette - una prova ben riuscita

L'occasione il compleanno di una delle mie sorelle, qualche avanzo di tessuto da riciclare e l'idea di fare una pochette un po' diversa da quelle che avevo già sperimentato. Prima mi sono preparata il disegno dell'idea, poi con la carta ho cercato di capire come ritagliare e mettere insieme i pezzi e alla fine il risultato è questo: una busta con un'altra tasca grande all'esterno.
...i materiali utilizzati: un vecchio paio di jeans, una camicia rossa di cotone leggero non più utilizzata, un avanzo di una tenda pesante e due cerniere (queste però sono nuove, non ne avevo due dello stesso colore usate)..
...l'interno della busta e la tasca esterna hanno il lato interno indipendente, le due fodere sono due bustine separate; mi piace troppo, devo farne una al più presto anche per me..
..e di riciclo anche la confezione regalo, sia per questo che per un libro che ho regalato per il compleanno di un'altra mia sorella...
...la carta proviene dalle pagine di un elenco telefonico, nastri recuperati da altre confezioni (ne ho un paio di scatole di ogni colore e misura...) e la retina di una confezione di arance...

domenica 8 febbraio 2015

borsette, pochette e mercatino

Sabato prossimo è il 14 febbraio, S. Valentino, e, avendo a disposizione un tessuto da riciclare con disegnati dei cuori e avendo in programma anche il mercatino degli hobbisti per oggi 8 febbraio, ho approfittato per cucire un paio di cosette. Questo tessuto è in poliestere, era un lenzuolo ma mai usato appunto perché in materiale sintetico, per cui mi è stato dato per poterne fare qualcosa...
le borsette non sono semplici, diritte, ma hanno il fondo sagomato...
...e poi ho fatto anche una pochette, anche l'interno è di riciclo...
...come ho scritto sopra, oggi c'era il mercatino degli hobbisti...c'era, perché abbiamo montato tutto, stava cominciando a passare un po' di gente e all'improvviso ci sono state delle fortissime raffiche di vento che hanno rovesciato un paio di gazebo, fatto volare parecchie creazioni leggere e, purtroppo fatto cadere e rompere oggetti in materiale delicato...abbiamo provato ad aspettare ma le raffiche erano continue ed improvvise e verso mezzogiorno abbiamo dovuto chiudere tutto e rientrare a casa...

domenica 1 febbraio 2015

scaldacollo con lana riciclata

Tutto è cominciato con un maglioncino, della fidanzata di mio figlio, che si era moooolto infeltrito. Conoscendo la mia indole al riciclo, me lo hanno lasciato ed è rimasto per un annetto circa in una scatola, in attesa di un'idea. L'idea c'era, volevo ritagliare una fascia della parte lavorata e farne uno scalda-collo....ma il maglioncino era troppo infeltrito per poterlo lavorare bene...
...mi sono accorta, però, che poteva essere disfatto e, armata di pazienza, l'ho scucito e fatto dei gomitoli, ma la lana era tutta arricciolata, impossibile da lavorare; l'ho messa in una bacinella con acqua a temperatura ambiente e un cucchiaio di ammorbidente, lasciata li circa un'oretta, poi risciacquata con attenzione per non aggrovigliarla e, per stenderla bene, l'ho fatta attorno ad un appendino (di quelli da lavanderia) e stesa ad asciugare. Essendo troppo freddo all'esterno, l'ho stesa sopra la stufa e li è rimasta per poco più di 3 giorni....
...a questo punto la lana è lavorabile e ne ho fatto uno scalda-collo con i ferri, riprendendo la stessa trecciona che era sul maglioncino; per la chiusura ho utilizzato 3 grossi bottoni colorati, acquistati in una fiera tempo fa....
...lo scalda-collo è ora ritornato alla proprietaria del maglioncino, contenda del recupero e stupita della morbidezza che aveva recuperato la lana.....
...al momento ho recuperato la lana solo di una manica, l'altra lana la laverò quando potrò asciugarla all'esterno....

sabato 24 gennaio 2015

Con le ciaspole sul Monte Bondone

Prima uscita del 2015 con le ciaspole!!! Una uscita non lunga, quel tanto per fare una passeggiata nel pomeriggio e vedere il tramonto dall'alto del Monte Bondone in questa bella giornata serena e decisamente calda.
Io e Guido abbiamo lasciato la macchina al parcheggio in Loc. Norge e siamo saliti lungo la pista da sci per un breve tratto a destra fino alla Baita Montesel, poi attraversata la pista abbiamo preso la pista di sinistra, pista Lavaman...una bella salita fino all'arrivo della seggiovia 3-Tre...
...lungo la salita ammiriamo il panorama e le luci del tramonto verso ovest...
...e i riflessi verso est....
...e poi altra salita fino a cima Montesel; appena un po' sotto abbiamo una bellissima vista sulla valle dell'Adige a nord di Trento...
...le luci lungo le piste per lo sci notturno si stanno accendendo....
...la discesa l'abbiamo fatta lungo la pista Montesel, passando da Vason.
Arrivati quasi in fondo vediamo i gatti delle nevi che scendono dalla pista che avevamo risalito un paio di ore prima....
...e che ci passano vicini poco dopo...

martedì 20 gennaio 2015

calzini ad uncinetto

Ho da sempre fatto lavori con i ferri, compresi calzini e calzettoni, ma qualche giorno fa su una rivista ho trovato un bel modellino fatto con l'uncinetto e ci ho provato....
...la lavorazione traforata sul gambaletto mi è sembrata un po' troppo traforata in confronto al modello proposto (ho provato anche a rifarla ma il risultato è lo stesso..) ma mi piace tantissimo e, avendo fatto il gambaletto più alto di quello della rivista, ho provato a risvoltarlo in basso; beh! mi piacciono ancora di più e oltretutto sono caldissimi!!!!
...ho usato un filato Essliner Wolle -fortissima-, lavabile in lavatrice e che non infeltrisce, che avevo nell'armadio da almeno 15 anni, avanzo di una maglia fatta a macchina allora, e un uncinetto n. 3.

sabato 17 gennaio 2015

Persico noci, pinoli e arancia

Oggi una ricetta veloce per presentare il pesce persico in maniera un po' diversa e gustosa.
Ingredienti per 2 persone:
- 2 tranci di pesce persico
- un cucchiaio abbondante di pinoli
- 4 noci sgusciate
- 4 spicchi di arancia
- uno spicchio di aglio
- olio e.v.o.
- un pizzichino di pepe
per le verdure di contorno:
- porro
- una patata media
- una carota
- una melanzana piccola
- olio e.v.o.
- aromi: salvia, rosmarino, pepe, timo, anice

Ho tritato l'aglio, i pinoli, le noci grossolanamente e messi in una teglia dove avevo già preparato qualche cucchiaio di olio. Ho poi adagiato i due tranci di persico, rigirandoli a freddo più volte per fare in modo che il mix macinato si attacchi al pesce quasi fosse una impanatura. Ho aggiunto anche i 4 spicchi di arancia interi.
Ho coperto con un coperchio e lasciato cuocere 10/15 min. Con la forchetta ho schiacciato gli spicchi di arancia (che a questo punto sono diventati morbidi), girato i tranci e lasciato ancora qualche minuto per terminare la cottura (il tempo di cottura dipende dallo spessore dei tranci).

Per contorno avevo già preparato del porro affettato sottile e messo in una teglia con qualche cucchiaio di olio; aggiunto subito la carota tagliata a rondelle, la patata e la melanzana tagliate a tocchetti. Aggiunto gli aromi (aromi che ho seccato nel corso dell'estate, salvo l'anice); qualche seme di anice da un aroma che si mescola bene ma se non piace è sufficiente fare un mix di aromi dell'orto. Fare cuocere il tutto, a fuoco lento, per circa mezz'ora, aggiungendo un paio di cucchiai di acqua se si asciuga troppo.
Come sempre io non metto il sale, bastano gli aromi a dare gusto....
Impiattare il pesce ancora caldo e contornarlo con le verdure. E' un bel piatto sostanzioso e si può fare benissimo come piatto unico (è quello che ho fatto io).
Buon appetito!!!!

sabato 10 gennaio 2015

ancora guantini

Nonostante le temperature non proprio invernali, il freddo si fa sentire soprattutto il mattino. Un po' per fare regali e un po' per i prossimi mercatini, ho preparato altri guantini senza dita. Questi sotto sono in lana mohair morbidissima; ho inserito alcune righe turchese (la foto non rende bene, è un bel turchese intenso...), un gomitolino avanzato di un altro lavoro. Il punto è sempre il p. basso e alto alternati per il polso e il pollice, p. ventaglio tutto il resto del guantino, mi piace troppo il risultato di questo punto!!!
...e questi sotto sono un mix di due filati, lana mohair nera e un filo di lana nera con un puntino bianco (di questi ne ho già preparati alcuni, uno già regalato ad una mia nipote e gli altri mi sono stati richiesti per la riapertura del mercatino...)
...nell'armadio mi aspettano altre spole di mohair di vari colori...

martedì 6 gennaio 2015

sentiero di Preda Mala

Anche se l'inverno è ormai iniziato, non è poi così freddissimo e la neve (che lo scorso anno era già caduta in questo periodo) non si fa proprio vedere, così approfittiamo per fare qualche passeggiata. Una passeggiata breve, lungo la costa del monte ad est di Trento (il monte Calisio), un sentiero che parte da Martignano (una delle frazioni di Trento) e che si chiama sentiero di Preda Mala. Mentre passeggio, come sempre, scatto qualche foto: parecchi i fiorellini sbocciati....
...l'erica...
...il muschio, molto rigoglioso e di un bel verde brillante...
...piccoli funghetti tra le cortecce...
...qualche guscio di chiocciolina....

sabato 3 gennaio 2015

un po' di cucito

Ora che ho consegnato anche l'ultimo regalo di Natale, posso farvi vedere cosa ho preparato; sono delle cose molto semplici ma sempre utili.
Queste borse sono fatte con un tessuto che ho acquistato a Pointe à Pitre (Guadalupa) durante l'ultima vacanza del mese scorso. Già tre anni fa avevo fatto acquisti di queste belle stoffine dai colori vivaci tipici di queste isole (Piccole Antille-Caraibi) e ricordavo che solo in questa città avevo avuto l'occasione di trovare tanti negozi con una vastissima gamma (e dai prezzi contenuti) di questi tessuti; facendo sosta proprio quì, ne ho approfittato....
Questi tessuti di cotone hanno un diritto/rovescio praticamente uguali per cui l'attaccatura delle maniglie l'ho fatta risvoltando verso l'esterno il bordo superiore e inserendo la maniglia nel risvolto, con una doppia cucitura di sicurezza. Ho anche utilizzato una cucitura a diritto con ribattitura a rovescio, in modo che tutta la cucitura e i vari fili non si vedano (si potrebbe usare anche rovesciata e non si noterebbe molto la differenza). Inoltre ho squadrato gli angoli della base per renderle un po' più carine delle solite a "sacchetto".
Il contenuto delle borse???? Qualcos'altro di utile: tazze colorate contenenti biscotti o cioccolatini per le/i nipoti, ribes in agrodolce che avevo preparato durante l'estate....
...un mix si spezie: bacelli di vaniglia, cannella e noce moscata (anche questi acquistati in Guadalupa) e peperoncini piccanti (produzione di un amico)...
...e altri piccoli oggetti utili in cucina, ogni borsa un contenuto diverso.....

domenica 28 dicembre 2014

rose a Natale

No, non ho sbagliato a scrivere, non sono le rose di Natale, ma le rose, e non solo, del mio giardino ancora fiorite il 27 dicembre.
... avevo visto le previsioni del tempo che davano neve anche qui in basso e ho raccolto tutte le roselline, i boccioli e qualche bacca delle stesse rose e le ho messe in un bel vaso; di solito non raccolgo i fiori, li lascio ad abbellire e colorare il giardino, ma questa volta ho fatto bene perché appena un'oretta dopo ha iniziato a nevicare e le avrebbe sicuramente rovinate....
...facendo un giretto per il giardino ho trovato anche qualche fiore sparso sulla forsizia (forsythia), il pyrus con alcuni boccioli che sembravano pronti a sbocciare e gli ultimi gerani.....
...da ieri pomeriggio tutto è coperto da un leggero strato di neve, dovrò aspettare la primavera per rivedere i colori di tutti i miei fiori....