Ciao, mi chiamo Maria Grazia, sono nata nel 1961 (leone), ho cominciato prestissimo a creare ... a sei-sette anni facevo le prime "giacchine" per le bambole (sciarpette con due buchi per infilare le braccia) .... poi fiori di carta, portamatite o portafiori con le mollette di legno, ricamo e maglie, tante maglie .... anche ora le idee sono tantissime, purtroppo il tempo è poco ma riesco lo stesso a ritagliarne durante la giornata per "liberarle" ....

sabato 20 ottobre 2018

Trenino rosso del Bernina

Con un ritardo di una settimana pubblico la bellissima gita (fatta con l'associazione "le montagne e noi" del mio paese) con il Trenino Rosso del Bernina, con escursione ai piedi del ghiacciaio di Mortreratsch, il più grande ghiacciaio del gruppo del Bernina. Il percorso del Trenino Rosso del Bernina è molto conosciuto, dal 2008 è Patrimonio Mondiale Unesco, è una grande opera ingegneristica realizzata nel 1910 che permette di collegare l'Italia con la Svizzera lungo una tratta su rotaia di 61 km. che affronta pendenze del 7% superando 55 gallerie e 196 viadotti. La partenza è da Tirano (Sondrio), 429 mt., raggiunge il Passo Bernina a 2253 mt. e scende a St.Moritz, 1800 mt.. Prima della salita sul trentino abbiamo il tempo per una breve visita di Tirano, quì sotto il Santuario della Madonna di Tirano, con il passaggio del trentino rosso.....
...già a pochi minuti dalla partenza troviamo la prima spettacolare salita, il viadotto elicoidale di Brusio...
...più avanti passiamo a lato del lago di Poschiavo...
 ...il panorama che si vede dai finestrini del trentino è stupendo e dalla Val Poschiavo si sale verso Alp Grum...
 ...al passo Bernina si passa di lato al Lago Bianco e al Lago Nero....
 ...il trenino ha parecchie stazioni e alla fermata di Mortreratsch siamo scesi per una passeggiata che in circa un'ora ci porta alla base del ghiacciaio; lungo il percorso vediamo dei pannelli che indicano il ritiro del ghiacciaio nel corso degli anni...l'ultimo che troviamo è del 2015 e la base del ghiacciaio oggi è ancora arretrata, nella foto quì sotto si nota a destra della parte bianca del pannello...
 ...noi siamo arrivati a pochissimi metri dalla parete del ghiacciaio, che da lontano sembrava roccia, ma poi da vicino abbiamo potuto vedere la grande parete di ghiaccio e i ruscelli che da li nascevano....
 ...ritornati alla stazione di Mortreratsch abbiamo ripreso il trenino fino a St. Moritz dove abbiamo ripreso il pullman per il rientro a casa. E' stata una gita bellissima, un'escursione ancora più bella. Il tempo stupendo, il cielo sereno di un azzurro intenso e la temperatura calda per essere a metà ottobre; pensate che siamo a più di 2000 metri e indossiamo un leggero pile, solo l'arietta un po' frizzantina che scende dal ghiacciaio ci ricorda che siamo in alta montagna.

2 commenti:

  1. Accidenti che meraviglia! il trenino lo conosco, ho visto un documentario su di lui. Rimango sempre affascinata da questi panorami. E il ghiacciaio poi...
    grazie per il reportage
    un abbraccio
    sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche anno fa avevo fatto lo stesso giro ma in primavera avanzata e invece della passeggiata al ghiacciaio avevo fatto il giro del lago a St. Moritz e nella cittadina c'era una festa con banchetti alimentari e artigianali, un'altra bellissima escursione!!!!

      Elimina

Ti ringrazio per la visita e l'eventuale commento che vuoi lasciare, leggo con piacere tutti i messaggi; rispondo direttamente a ognuna via mail (controlla di non essere "no-reply" ed eventualmente lascia la tua mail) - Se non hai un' account puoi fare così: 1) Scrivi il tuo commento; 2) dove c'è "commenta come" apri il menù a tendina e scegli Anonimo; 3) Clicca su "pubblica".