ciao

Ciao, mi chiamo Maria Grazia, sono nata nel 1961 (leone), ho cominciato prestissimo a creare ... a sei-sette anni facevo le prime "giacchine" per le bambole (sciarpette con due buchi per infilare le braccia) .... poi fiori di carta, portamatite o portafiori con le mollette di legno, ricamo e maglie, tante maglie .... anche ora le idee sono tantissime, purtroppo il tempo è poco ma riesco lo stesso a ritagliarne durante la giornata per "liberarle" ....

Visualizzazione post con etichetta borse. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta borse. Mostra tutti i post

lunedì 28 ottobre 2013

piccole varianti

Non sono modelli nuovi quelli che posto oggi, cambia il colore, un po' la lavorazione ma sono delle varianti che ho preparato per i mercatini, sia quelli che farò io e sia quello pro-missioni di dicembre.
Il primo è un'altra variante del cappellino retrò, ho fatto la parte finale del cappellino più lunga, senza le piegoline e poi rivoltata a creare il bordo, con un ultimissimo giro a punto gambero della stessa tinta del fiore.
Poi una variante del guantino senza dita, il filato (che mi è stato dato per farne qualcosa per il mercatino per le missioni) è mohair a tre fili, la conchiglietta l'ho lavorata un po' più piccola e il risultato è super morbido - il colore non rende molto in foto, è tra l'arancio e il mattone. 
Ultima variante delle borse con i sacchetti del caffé; questi che mi hanno dato sono molto grandi ed ero veramente molto indecisa per fare la borsa grande, mi sembrava troppo grande, ma poi, una volta cucita, il risultato è piaciuto tantissimo, ed anche la borsa più piccola. Per rendere meglio l'idea della misura ho appoggiato il metro alla base della grande: 55 x 38 x 12cm, una bellissima borsa da spiaggia o piscina, molto capiente; 28 x 38 x 12cm la piccola, una comodissima borsa porta lavoro, porta pranzo (come faccio io spesso). 
Per le ultime borse ho utilizzato un nastro sbieco per bordare tutta la borsa, per evitare le piccole screpolature che si formano con l'uso e ho del nastro sintetico per le maniglie, che non si rovina con l'utilizzo, come quello fatto con gli stessi sacchetti. Naturalmente, essendo le borse fatte con materiale di recupero, ho cercato nei vari negozi del materiale di finitura che non costasse troppo in rapporto al materiale utilizzato e che incidesse pochissimo sul prezzo finale. 

domenica 21 aprile 2013

ancora riciclo

Ricordate le borse fatte con i sacchetti del caffè? Me ne hanno chieste di più grandi, da usare per la piscina o la palestra, insomma una bella borsa capiente. Ero un po' indecisa ma alla fine, con l'utilizzo di più sacchetti abbinati in maniera un po' diversa dalle sorelle più piccole, ho realizzato queste.....
....come si può vedere dal mobiletto della macchina da cucire sul quale sono appoggiate, sono belle grandi, ne farò sicuramente altre in vista dell'estate, porta-asciugamano, costume, eccc.... naturalmente, come le borse più piccole, anche queste sono fatte con il sacchetto intero che fa anche da fodera interna. Per questo lavoro ho avuto un grande aiuto da Guido che, oltre a raccogliere tutti i sacchetti dai vari fornitori, me li ha preparati tagliati e "stirati", belli appiattiti in modo da poter lavorare meglio il materiale.
Ed ora un altro lavoro ma questa volta non l'ho fatto io.... avevo una vecchia panca, di quelle che si trovavano dei giardini tantissimi anni fa che mio suocero aveva trovato abbandonata lungo gli argini dell'Adige, circa 30 anni fa. Era molto rovinata, però nel 2004, dopo il trasloco, l'avevo ripulita e avevo usato un colore verde per mascherare il grigio del legno vecchio. Qui sotto, una foto di 6-7 anni fa, si vede parte della vecchia panca...
Con Guido avevamo deciso che forse era ora di risistemarla. Ho chiesto a mio cognato una prima sistemazione delle assi; le ha levigate per togliere lo strato più vecchio, aggiustato con incollaggi e innesti quelle rotte e raddrizzate mettendole sotto una pressa. Guido poi ha sistemato tutta la parte in ferro, ripulendo e ridipingendo il tutto, assi comprese, ed ora la panca è questa: completamente rimessa a nuovo!!!
Ed ora permettetemi un piccolo invito: quando ho partecipato alla mostra mercato "Creatività Femminile in Mostra" ho avuto il piacere di avere come vicine di banchetto tre sorelle, bravissime creatrici di gioiellini fatti a mano: collane, braccialetti, orecchini di ogni genere, un banchetto coloratissimo. Da pochissimo hanno pubblicato un blog; è ancora all'inizio ma se qualcuna volesse fare una visita di incoraggiamento cliccando qui: piccoli tesori belli ....

giovedì 31 gennaio 2013

Calda morbidezza e un po' di riciclo

Non potevo pubblicare prima queste produzioni perché erano oggetto di regali di compleanno; ora che i compleanni sono passati, posso mostrarli.
Inizio dal regalo che ho fatto a mia nipote (14 anni), un paio di guanti senza dita. Sono in lana mohair sottile, lavorata a due capi, uno panna e uno grigio molto chiaro.
Per il polso e il pollice ho lavorato ad uncinetto un giro a punto basso e uno a punto alto; il resto è a punto conchiglia, l'effetto mi piaceva molto.
Sono risultati molto soffici e caldi e ne ho confezionato un'altro paio anche per me.
Altro regalo l'ho confezionato per una delle mie sorelle; ancora guanti senza dita, sempre lana mohair utilizzando il grigio chiaro e un grigio scuro. La lavorazione è la stessa degli altri guantini...
..e poi uno scalda-collo lungo, da mettere doppio o, se fa tanto freddo o c'è vento, da da utilizzare per coprire anche la testa e il viso. Per questo ho utilizzato un filato bouclé sottile, lavorato con l'uncinetto n. 6 e usato un punto molto semplice per dare leggerezza alla lavorazione.
E la confezione del pacchetto regalo?? A me piace personalizzare anche quella. Già da tempo stavo pensando a come utilizzare le pagine colorate della riviste che di solito finiscono nel contenitore del riciclo... ho confezionato questi sacchettini, borsettine da utilizzare quando riprenderò a fare i mercatini; sacchettini riutilizzabili per piccoli regali o riciclabili inserendoli nel bidoncino della carta. Per i manici ho usato avanzi di lana.
Il sacchetto più grande l'ho usato per la confezione del regalo, aggiungendo un fiocco chiudi-pacco, naturalmente anche questo prodotto di riciclo....
... il fiocchetto verde è della rafia, la parte nera, a guardarla bene si intuisce che è un materiale plastico, ma impossibile indovinare cos'è...
...avete presente i vecchi floppy disk?? All'interno ci sono dei dischetti di materiale plastico morbido e questo fiocchetto è composto da tre dischetti avvolti e pinzati insieme....

domenica 30 dicembre 2012

Regali di Natale

Il Natale è passato e posso pubblicare le foto di quanto ho realizzato e regalato... iniziamo dalle borse fatte con le buste del caffè, quelle grandi da bar, avevo fatto una prova e pubblicato il post qui qualche settimana fa; dopo alcune prove "con le mollette" (con questo materiale particolare non si può imbastire perché poi rimangono i buchi, perciò uso delle mollette per tenere insieme i pezzi e vedere il risultato prima di cucire...), ecco il risultato:
.. la borsa blu risulta più grande delle altre perché il sacchetto base è più grande, lavoro sempre il sacchetto doppio, senza aprirlo; i fianchi sono tagliati e lavorati con ritagli e aggiunti alla borsa base...
... questa borsa sotto mi piace tantissimo, è molto allegra... l'ho lavorata con due tipi di buste diverse, una del caffè di marca aperta completamente, visto che, a differenza delle altre buste, ha il disegno che la circonda completamente; per l'interno ho usato un'altra busta che, invece, è molto anonima, è tutta argento e ha un'unica etichetta applicata... 
.. ed ecco le borse riempite di altre cosette, un contenitore bello e colorato e che non ha bisogno di altro incarto....
... e il contenuto tutto dolce, a partire dalle confetture che ho preparato durante l'estate (pere, more, ribes nero e ribes rosso); naturalmente ogni vasetto è stato abbellito.....
... i cioccolatini freddi, ricetta trovata in un pacchettino di schede per fare i dolci che mi sono regalata per Natale. Se vengono lasciati a temperatura ambiente sono morbidi, ma a me piacciono di più appena tolti dal frigo, si sciolgono letteralmente in bocca....
... e i muffin: quelli più scuri sono con l'impasto della torta allo yogurt con aggiunta di uvetta e con cioccolato grattugiato sopra, mentre per gli altri ho utilizzato una ricetta del pacchettino di schede di cui sopra, con l'aggiunta di cioccolato grattugiato nell'impasto e granella di zucchero sopra....
...e poi non poteva mancare qualcosa da indossare, per due delle mie nipoti, le più piccole: un berretto floscio, indossato come un basco, molto morbido e caldo... le spiegazioni di questo le ho trovate qui, sembra lavorato ai ferri, costa inglese, invece è lavorato ad uncinetto, un punto molto semplice e veloce da lavorare...
...questo berretto mi piace molto e penso proprio che ne farò uno anche per me...

domenica 25 novembre 2012

ancora un po' di riciclo

Ancora un po' di riciclo: sono ormai un paio di mesi che mi ritrovo con le amiche per preparare cose varie da esporre e vendere al mercatino pro-missioni che si terrà tra un paio di settimane nel paesino dove abito, nei locali del Centro Civico di Vela. 
Qui alcuni dei braccialetti con fettuccia, come quelli che avevo preparato qualche mese fa...
.. queste cassettine di frutta qui sotto fanno parte di quanto prepariamo ogni anno per arredare il presepe; le cassettine sono ritagliate e assemblate con la base delle vere cassette della frutta, con le stecche più sottili e la frutta... tante bacche recuperate dalle ghirlandine porta-candele, bomboniere, ecc... per avere un'idea delle misure, le cassette più piccole sono 2x2 cm...
...e queste sotto sono 2 prototipi delle borse che sto preparando sia per il mercatino sia per i prossimi regali di Natale. Grazie all'aiuto di un paio di gestori di bar che mi hanno conservato le grandi buste del caffè, ho realizzato questa semplice borsa, cucendo i sacchetti senza tagliarli lateralmente, tenendo all'esterno la parte decorata e all'interno tutta la parte con le scritte in modo da non dover foderare la borsa e nello stesso tempo averla più resistente. Per il momento adotterò questa semplice forma, con la base appena sagomata così non è una semplice busta ma la si può appoggiare ed è sicuramente più carina...
.. e con questo post metto momentaneamente in pausa il blog; io e Guido partiamo per le vacanze, come ormai da qualche anno in un periodo sicuramente inusuale ma lontano dalla ressa estiva, e ci regaliamo ancora un piccolo scampolo di caldo prima dell'arrivo della neve...

giovedì 30 agosto 2012

una borsa di....borse

Da idee viste qua e la su internet... ho ancora parecchie borse, le "vecchie" borse di plastica per la spesa; sono anni che uso le borse di tela, le ceste o cassette per fare la spesa, ma alcune volte il supermercato o il venditore riusciva lo stesso a rifilarmi la borsa di plastica. Avevo provato altre volte a tagliarle in strisce e lavorarle ad uncinetto ma non mi piaceva il risultato. Però ho riprovato; il lavoro più lungo è proprio la trasformazione delle borse in lunghe strisce, poi con l'uncinetto n. 5 ho lavorato prendendo spunto da tre modelli di borse presi da riviste diverse (uno per il fondo, per la sagoma e per i manici) e poi ho aggiunto la tracolla per comodità.... ed ecco pronta la borsetta per portarmi in ufficio la bottiglietta dell'acqua e la merenda o il pranzo. 
Non l'ho foderata ma lasciata così com'è... In totale ho utilizzato 8 borse per la spesa, dello stesso magazzino, così le scritte pubblicitarie e il marchio colorato ha creato questo disegno che si ripete su tutta la borsa.

domenica 5 febbraio 2012

borsa portatutto

... o portalavoro. Era da tempo che volevo farne una e venerdì pomeriggio, appena tornata a casa dopo il lavoro, ho preso il tessuto che avevo già lavato per togliere la colla che lo rendeva troppo rigido e ho cominciato a prendere le misure, provare a piegare, arricciare, per capire la misura del lavoro finito. Lo spunto l'ho preso da alcuni blog e avevo già fatto alcune prove a novembre con Pina, la mia amica dei lavoretti per il mercatino di Natale, riuscite benissimo ma non ho le foto perché le borse sono state vendute prima del mio ritorno dalle vacanze... 
La borsa è molto capiente e all'interno ha tre comode tasche, e una volta slacciati i laccetti diventa una bella tovaglietta per appoggiare il lavoro (le misure sono 100 x 100 cm. circa)

E' veramente comoda e anche Attila ha voluto verificare... ed è diventata il regalo di compleanno per una delle mie sorelle alla quale è piaciuta subito e che ha deciso che l'avrebbe utilizzata non tanto per i suoi cotoni e uncinetti, ma per la piscina!!! E qui mi ha lanciato un'idea per le borse dell'estate, per il mare....

lunedì 30 gennaio 2012

borsa origami

Qualche settimana fa ho visto sul blog di Elena un bellissimo cestino origami che subito mi è piaciuto e stavo pensando di prendere spinto e fare un qualcosa di più grande. Qualche giorno dopo mi è arrivata la rivista di gennaio “Cucito Creativo facile” e sfoglianola cosa trovo? La borsa origami... non ho perso tempo e subito ho cercato nella scatola degli scampoli. I due tessuti che ho scelto mi sembravano adatti; il nero-fumo è fresco di lana leggero, l'altro color caffè sempre un tessuto leggero, facile da lavorare, ma non saprei cosa sia.
Misura, taglia, imbastisci, cuci, piega, stira....un'altra ricerca tra i vecchi bottoni per le decorazioni. 
Mi ci sono voluti un paio di giorni ma alla fine la borsa è finita e l'ho già regalata a mia sorella per il suo compleanno.....

domenica 27 marzo 2011

borsa nera

Cercando idee per riciclare creando qualcosa, ho scovato un modo per recuperare i nastri delle videocassette e cassette audio ... è stato un colpo di fortuna, mio figlio stava sostituendo le vhs con i dvd e ho subito recuperato il nuovo "filato"; la lavorazione con l'uncinetto non è agevole, dopo un po' il polso si fa sentire, però il risultato è bellissimo.
La borsa è quasi finita, manca la fodera e la chiusura ...