Ciao, mi chiamo Maria Grazia, sono nata nel 1961 (leone), ho cominciato prestissimo a creare ... a sei-sette anni facevo le prime "giacchine" per le bambole (sciarpette con due buchi per infilare le braccia) .... poi fiori di carta, portamatite o portafiori con le mollette di legno, ricamo e maglie, tante maglie .... anche ora le idee sono tantissime, purtroppo il tempo è poco ma riesco lo stesso a ritagliarne durante la giornata per "liberarle" ....

venerdì 27 gennaio 2017

Sciarpina triangolare e intervista col creativo

Con il freddo dei giorni scorsi mi è arrivata anche l'influenza, per fortuna passata in pochi giorni, ma una brutta, brutta influenza intestinale che mi ha bloccata in casa per un po'. In attesa di uscire di nuovo ho preparato una sciarpina con un filato caldo e colorato....
...è una lavorazione facilissima e molto veloce, e potete scaricare il pdf del tutorial che ho preparato cliccando qui o dalla pagina dei tutorial...
...la prima sciarpa fatta così l'ho fatta tra il '70 - '72, non ricordo esattamente l'anno ma sicuramente frequentavo la 4^ o 5^ elementare. La signora che abitava nell'appartamento sopra quello della mia famiglia era magliaia, aveva una macchina per maglieria che io ricordo grandissima (si lavorava stando in piedi..), con tutti quegli aghi, spole di vario colore, fili sottili.... ma lavorava anche a mano e mi aveva insegnato a fare questa perché era particolare e semplice, appunto, da fare. Ricordo che era un filato leggerissimo, penso di mohair, colore arancio, molto morbida ed era parecchio più corta perché le due punte venivano solo sovrapposte alla parte più larga, sul davanti, non si usava l'annodatura, la sciarpetta che veniva fatta attorno al collo con due giri e tenuta ferma dall'abbottonatura del cappotto......
Per questa ho usato un filato misto mohair - acrilico, un filato con tanti batuffolini colorati, molto soffice e calda. L'ho lavorata con i ferri n. 10 e nella parte centrale del lavoro avevo sul ferro 30 punti; il peso è circa 100gr, leggerissima!!!
...devo anche ringraziare Clelia per la sua bella iniziativa, "l'intervista col creativo" che potete trovare quì e quì o cliccando sul banner dedicato nella colonna quì a destra..

14 commenti:

  1. Ma che bella MariaGrazia!
    Mi piace molto sia il filato sia il modello (e grazie per il pdf). Anche mia mamma aveva la macchina per maglieria e ci siamo fatte tanti maglioni, sciarpe, cappelli...
    Sono contenta che tu ora stia meglio ma se stare male produce questi risultati... ;-)))
    Un abbraccione
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria, ce l'ho ancora una macchina per la maglia, ma "moderna" anche se ha più di 30 anni, le dimensioni sono più ridotte e sono anni e anni che è chiusa in garage, per certi lavori non c'è niente di meglio che ferri e uncinetto.... ^__^

      Elimina
  2. molto bella, complimenti...spero che l'influenza sia ormai passata, anche io ne sono stata colpita ma è passata fortunatamente!!!! un abbraccio lory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie 1000!!! Si, si, passata molto presto, ma ho dormito quasi ininterrottamente per 36 ore!!!! *__*

      Elimina
  3. Penso e spero che ormai tu sia guarita.Dal pdf
    sembra facilissima, devo provare a farla.
    Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarita, si, un paio di giorni anche se mi ha lasciata molto debole....non sembra, è veramente facilissima e da indossare subito!!!!

      Elimina
  4. Ciao Mgrazia! Anche io ho avuto la stessa influenza dalla notte del giorno di Natale (un metodo - poco consigliabile, però - ) per non ingrassare durante le feste ;-)
    Proverò certamente a farla con un filato leggero che ho. Per quanto riguarda la macchina da maglieria, come ti ha scritto mia sorella, anche noi l'abbiamo usata anche se ora è ferma da un pezzo ...chissà.
    UN abbraccio e complimenti per l'intervista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, poco consigliabile, tra un passaggio e l'altro in bagno ho dormito per 36 ore, in due giorni sono calata di quasi 2 kg.....assolutamente non consigliabile.... *__*

      Elimina
  5. Bellissima la sciarpina, mi piace molto questo modello triangolare.
    Spero che ora tu stia meglio.
    E complimenti per l'intervista. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie 1000 Dani, l'influenza è stata abbastanza veloce, ha solo lasciato uno strascico di debolezza ma è normale.....

      Elimina
  6. ....ho immaginato te bambina alle prese per la prima volta con i ferri e la vicina di casa che voleva insegnarti una cosa facile adatta ad una bambina volenterosa e curiosa ...bellissima l'immagine e la sciarpa che io chiamo baktus...un saluto e.... la neve???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Franca Rita! Non era raro vedere bambine intente ad imparare ad usare ferri, uncinetto, aghi....oggi le bambine guardano questi "attrezzi" come se venissero da un altro mondo....la neve purtroppo è ancora un miraggio lontano...

      Elimina
  7. Bellissima l'intervista Maria Grazia e bella e utile la sciarpa !
    Anche io sono cresciuta con la cultura del "non si butta via nulla" e ora con mia nipote utilizziamo gli avanzi per fare piccole cose per lei. grazie per le istruzioni e complimenti!

    un abbraccio
    sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie 1000 Sabrina, questa cultura mi è stata passata da mia nonna e mia mamma e quando si cresce così diventa naturale, anche mio figlio fa molta attenzione al riciclo in generale e ha coinvolto la fidanzata, ogni tanto mi consegnano una borsa contenente un po' di tutto sapendo che in un modo o nell'altro uscirà qualcosa di nuovo....

      Elimina

Ti ringrazio per la visita e l'eventuale commento che vuoi lasciare, leggo con piacere tutti i messaggi; rispondo direttamente a ognuna via mail (controlla di non essere "no-reply" ed eventualmente lascia la tua mail) - Se non hai un' account puoi fare così: 1) Scrivi il tuo commento; 2) dove c'è "commenta come" apri il menù a tendina e scegli Anonimo; 3) Clicca su "pubblica".