Ciao, mi chiamo Maria Grazia, sono nata nel 1961 (leone), ho cominciato prestissimo a creare ... a sei-sette anni facevo le prime "giacchine" per le bambole (sciarpette con due buchi per infilare le braccia) .... poi fiori di carta, portamatite o portafiori con le mollette di legno, ricamo e maglie, tante maglie .... anche ora le idee sono tantissime, purtroppo il tempo è poco ma riesco lo stesso a ritagliarne durante la giornata per "liberarle" ....

martedì 22 dicembre 2015

candele decorative

Un po di riciclo per i regali di Natale e le decorazioni non fa male, anzi, e ci vuole solo un po' di fantasia per preparare queste candele...
...i barattoli di vetro di salse, conserve, etc.. non mancano mai, alcuni li riutilizzo proprio per le confetture o salse, ma poi qualche coperchio si rovina e allora ho cercato di recuperare ancora i barattoli...
...ho poi utilizzato avanzi e recuperi di nastri da regali, bomboniere, dolci vari, cordini di rafia; per tenere ferma le candeline (ho acquistato quelle profumate) ho usato il sale grosso, che da anche un effetto neve....
...avevo visto sul web dei piccoli berrettini, carinissimi e li ho subito copiati; sono veramente semplicissimi da fare, in rete si trovano tante spiegazioni. Qui ho recuperato il cartoncino del rotolo della carta da cucina e vari rimasugli di lana...
...ed ecco pronto un simpatico regalo con la decorazione che può essere ancora riutilizzata...

domenica 20 dicembre 2015

astuccino natalizio

Mancano ormai pochissimi giorni al Natale, sono appena rientrata dalle vacanze e, come ogni anno, sono in ritardo sulla preparazione di addobbi e regali. Oggi pubblico le foto di una bustina/pochette fatta poco prima di partire, consegnata alle mie amiche per la vendita per le missioni. 
Si tratta di un riciclo; avete presente quei bei sacchettini di una nota marca di cioccolatini che spesso vengono regalati ai bambini??? Bene, ho solo scucito il sacchetto, ritagliato le parti decorate che mi interessavano, cucito la cerniera e ricucito il tutto dando la forma all'astuccio...non serve neanche fare la fodera interna perché è materiale sintetico impermeabile. Ne ho altri di questi bei sacchettini da riciclare, ma chissà dove li ho messi in attesa dell'idea giusta..   *__*   

martedì 24 novembre 2015

finalmente vacanza

Come ogni anno, per me è giunto finalmente il momento di andare in vacanza...  ritornerò qualche giorno prima di Natale.....

sabato 21 novembre 2015

calzini e ....

Oggi posto un paio di lavori ad uncinetto fatti nelle ultime due settimane. Il primo è un paio di calzini, il modello l'ho trovato su una rivista qualche anno fa, il piede è uguale ad un paio di calzini che avevo già fatto per me all'inizio dell'anno, ho cambiato la lavorazione del bordo...
...sono diventati il regalo per il compleanno della fidanzata di mio figlio che li ha molto graditi, visto che sono molto caldi e il freddo sta arrivando... il secondo è una richiesta che mi è stata fatta per una bimba; per questo cappuccio con le orecchie sono andata ad occhio, avevo solo alcune foto e anche per la misura avevo pochi dati, non avevo visto la bimba....
...è risultato un po' grande, ma ne farò subito un altro con la misura corretta (una volta provato è più facile da riprodurre..); non avevo schemi o riferimenti e sono andata un po' per tentativi (e parecchi appunti...) ma è abbastanza semplice da fare....

sabato 14 novembre 2015

astucci

Ancora qualche astuccio/pochette, fatto sempre con materiale di riciclo; ancora il jeans che mi piace tantissimo, e l'interno il tessuto sintetico di uno striscione pubblicitario, in questo caso ho fatto anche una tasca esterna....
...la foto non rende bene, è anche molto elegante....
...l'altra con un avanzo di cotone molto morbido e ancora la mantellina della mia parrucchiera...
...per avere un'idea delle misure, le cerniere usate sono 18 cm., per cui 20/23 cm di lunghezza x 15 di altezza. Anche queste saranno messe in vendita al mercatino per le missioni il prossimo 8 dicembre....

sabato 7 novembre 2015

Pensando al freddo

Piano piano ci stiamo avviando verso l'inverno, il freddo si sta avvicinando, soprattutto il mattino e la sera. Ho ripreso in mano la lana e l'uncinetto e prodotto questi scalda-collo: il primo con lana mohair sofficissima, fatto a tubo alto che poi uso messo doppio o tutto arricciato, con un punto noccioline che lo rende ancora più morbido...
...il secondo è con un filato grosso misto lana e un po' di sintetico, morbidissimo, sembra pile; il punto è molto semplice, l'ho trovato su una rivista e mi sembra che valorizzi bene il mix di colori già così particolare....
...anche l'ultimo è un filato particolare, era una matassa di filati misti, già lavorati in tubolare; questo l'ho lavorato con le mani, sono 8 asole/punti montate sul polso e lavorate all'incirca come se le mani fossero dei ferri; il risultato è un'asola ampia, una lavorazione morbidissima e molto veloce... 
...questo ultimo scalda-collo non l'ho fatto per me ma per il mercatino che faremo in dicembre qui in paese per l'annuale raccolta fondi per le missioni.

lunedì 2 novembre 2015

Tagliatelle con verdure e speck

O meglio, verdure e speck con le tagliatelle, visto che il condimento di questo primo piatto è così abbondante che diventa un piatto unico.

Ingredienti per 3 persone:
tagliatelle
olio extravergine di oliva
mezzo scalogno
una carota media
una patata media
una zucchina piccola
una melanzana piccola
qualche pezzetto e 3/4 foglie di cavolo verde (broccolo romano o cavolo a cimette)
speck in un'unica fetta di circa 1 cm
aromi vari: pepe, salvia, coriandolo, zenzero

Ho tritato lo scalogno e soffritto appena un po' nell'olio preparato in una padella larga, aggiungendo subito la patata, la carota, la zucchina, la melanzana tagliata a pezzetti piccoli, i pezzetti di cavolo e le foglie tagliate a listarelle, lo speck tagliato a dadini e coprendo con un coperchio per non far evaporare subito il sugo e tenendo una fiamma bassa per cuocere piano. A parte ho scaldato dell'acqua (un paio di bicchieri al massimo).
Dopo 10 minuti circa ho aggiunto la salvia sbriciolata, il pepe, il coriandolo macinati e un pizzichino di zenzero, mescolato bene e lasciato ancora 2 minuti coperto.
Ho aggiunto un bicchiere circa di acqua calda, le tagliatelle ben immerse nell'acqua e sughetto, coperto di nuovo e lasciato cuocere ancora 7/10 minuti a seconda della pasta usata.

Le tagliatelle assorbiranno tutto il sughetto e risulteranno così molto saporite. Come sempre io non metto il sale; lo speck, gli aromi e la varietà delle verdure danno già un buon sapore.

domenica 25 ottobre 2015

bustine porta....

Ancora un po' di riciclo con materiali che mi girano per casa: in questo caso il materiale di recupero è al 100%; l'esterno e la cerniera da un paio di jeans, la fascia un ritaglio di un vecchio cuscino, l'interno da una mantellina della mia parrucchiera, la perla è recuperata da una collana in plastica e il laccetto un avanzo di uno dei braccialetti in macramé.
...e qui altre due bustine come quelle del post precedente, la colorata con il telo recuperato da un lettino da sole, e l'altra da un paio di pantaloni estivi...

domenica 27 settembre 2015

bustine porta tutto

Ho fatto alcune prove con degli avanzi di cotonine e riciclo vario; ne è risultato una piccola bustina porta tutto...
...la chiusura è con i bottoncini a pressione; per due ho usato lo stesso tessuto interno/esterno, per il terzo due tessuti diversi....
...e all'interno lo spazio è diviso in due bustine....
...le misure delle bustine chiuse sono 15x10, abbastanza capienti, ci stanno i fazzoletti, i nostri trucchi, accessori vari, ma volendo anche le chiavi, un blocchetto/quadernetto con la penna. Ho usato bottoni a pressione sia chiusi che ad anello, che mi piacciono tantissimo con i tessuti colorati. Ho ancora parecchi avanzi da riutilizzare, devo solo procurarmi altri bottoncini....

domenica 20 settembre 2015

Sul monte Peller

Settembre, l'aria comincia ad essere un po' frizzantina, io e Guido abbiamo messo a riposo le bici e indossato gli scarponcini per le passeggiate autunnali. Sabato la giornata si preannunciava soleggiata e abbiamo deciso di andare sul Monte Peller, in Val di Non. Abbiamo lasciato la macchina un po' prima del Lago Dorigat e siamo saliti prima al rifugio Peller....
...e poi, piano piano, attraversando i pascoli alla base del Monte....
lungo la strada per le malghe e una bella salita, 
...siamo arrivati alla Croce del Peller..
...da qui abbiamo una bellissima vista a 360°; parte della salita (qui sotto a sinistra) e parte di quello che ci aspetta in discesa lungo i prati e la base del ghiaione verso malga Tassulla (qui sotto a destra)...
...il Rifugio Peller in basso a destra con lo sfondo del Gruppo delle Maddalene...
...il Gruppo del Brenta con il Lago di Tovel nell'angolo in basso a sinistra....
...il lago di Santa Giustina con lo sfondo dell'alta Valle di Non....
...il Gruppo del Cevedale...
...lungo tutto il percorso abbiamo trovato tantissimi fiori...
...il colchico...
...le genziane...

...incontri vicino a Malga Tassulla...
...e un incontro particolare abbastanza ravvicinato...
...e qui sotto Malga Clesera sull'altro versante del Monte Peller...
 ...un giro bellissimo in una giornata splendida, calda e soleggiata.....

sabato 5 settembre 2015

Mercatino e nuove produzioni

Domani, domenica 6, riparte il mercatino degli Hobbisti in piazza della Portela, Trento. Ci sarò anch'io con il mio banchetto e porterò anche le ultime creazioni, alcune fatte durante l'estate e alcune nell'ultima settimana.
Alcuni sacchettini con noccioli di ciliegia e alcuni con pula di farro....
...i noccioli me li procurano ogni anno le mie cognate, poi io li lavo, pulisco con molta cura, li lascio molto tempo al sole e alla fine li "scotto" in forno, la pula di farro me l'ha regalata un'amica, un bel sacchettone, residuo di una sua lavorazione....per le fodere ho riciclato camicie, top estivi e avanzi di lavorazioni...
...le fodere si possono togliere facilmente per poterle lavare, la chiusura è molto semplice e non ci sono bottoni, velcro o cerniere (ho dimenticato di fare la foto, dovrò rimediare...); ho fatto anche due astucci....
...questi sono fatti con la tela recuperata di un lettino da sole; ho utilizzato la stessa tela anche per l'interno. Le bordature ricavate dalla stessa tela e altri avanzi, il pendente rimasugli di cotone, pezzetto di tela dell'astuccio e un pezzetto di gommapiuma per tenerlo un po' gonfio...
Ho visto le previsioni del tempo per domani e non dovrebbe piovere, anche se sarà un po' nuvoloso; spero che siano previsioni corrette, fino poco fa diluviava ancora....Buona domenica!!!!!

domenica 30 agosto 2015

cous-cous, verdure e mozzarella

Stavo preparando il sugo con i pomodorini a grappolo, una bella padella da conservare nei barattoli per l'inverno e non avevo molta voglia di mettere sul fuoco altre padelle per il pranzo; ho approfittato del sugo fresco per questo piatto veloce.

Ingredienti per 1 porzione:
sugo di pomodoro
3 cucchiai di cous-cous precotto
verdure fresche a piacere (io ho usato carota, zucchina, cetriolo e pomodoro)
mozzarella di bufala
olio e.v.o., aceto, aromi a piacere

Nel sugo di pomodoro che sto preparando ho già incorporato un soffritto di cipolla, per dare un po di aroma e profumo di base; ho messo due mestoli di sugo in una padella che ho messo sul fuoco e appena ha iniziato a bollire ho aggiunto 3 cucchiai di cous-cous, spento il fuoco, coperto con un coperchio e lasciato riposare il tempo di assorbimento del sugo (di solito 3/5 minuti sono sufficienti per il cous-cous precotto), poi ho lasciato raffreddare il tempo della preparazione delle verdure.
Ho grattuggiato la carota, a listarelle sottilissime e la zucchina in listarelle un po' più gosse, con l'apposita grattugia, il cetriolo e il pomodoro a rondelle. Ho condito con aceto, olio e.v.o. e basilico (io non metto il sale, gli aromi e il condimento sono sufficienti), messo tutto nel piatto con il cous-cous e le due mozzarelline di bufala.
Un piatto veloce da preparare, fresco per le verdure, al posto della mozzarella si può utilizzare qualcos'altro, nel frigo avevo anche il tofu e la prossima volta userò questo.

domenica 16 agosto 2015

ferragosto sul monte Maggio

E' tanto, troppo tempo che non aggiorno il blog; la colpa è del troppo lavoro di quest'anno e per recuperare un po' dalla stanchezza e lo stress ho approfittato anche delle bellissime giornate che quest'anno non ci hanno mai abbandonato dalla primavera per fare dei bellissimi giri con la mountain-bike. L'ultimo proprio il giorno di ferragosto, sul monte Maggio, sull'altipiano di Folgaria.
Io a Guido abbiamo lasciato la macchina a Fondo Grande e da qui comincia la salita fino a Passo Coe e dalla strada lungo il lago vediamo sullo sfondo la ex Base Nato.
Passiamo tra il lago e Malga Zonta dove ogni anno, il 15 agosto, si ricorda l'eccidio di 17 persone nel 1944...
 ...tutta la strada che percorriamo è ex strada militare, in alcuni tratti ormai invasa dalla vegetazione, in altri il tracciato rimasto era un po' stretto e sconnesso, tanto che bisognava spingere le bici a mano....
 ...dall'alto del monte Maggio la vista è bellissima, peccato per le nuvole e la foschia dovute al brutto tempo di questi giorni, ma il panorama era visibile a 360°; a ovest valle di Terragnolo e, nella V a sinistra si intravedeva Rovereto...
 ...a est la valle che scende dal Passo della Borcola verso Posina (Veneto) e, più in là, il Pasubio....
...poi, sulla strada più avanti, già lungo la via in discesa, Folgaria....
 ...dopo una ultima risalita passiamo anche a lato del Forte Dosso delle Somme e da qui la strada scende fino a Serrada; noi ci siamo passati vicini, deviando verso Fondo Grande, dove riprendiamo l'auto giusto 15/20 minuti prima che arrivasse il temporale...
 ...lungo tutto il percorso tanti fiori, ma non mi sono fermata tantissimo per fare foto, sapendo che il tempo stava peggiorando, sentendo i primi tuoni avvicinarsi e rischiando di prendere il temporale lungo la strada... 
 ...ecco, durante l'estate non ho prodotto molto, qualche braccialettino e alcune pochettes, ma ho delle bellissime foto delle molte escursioni fatte e mi riprometto di pubblicarle nelle prossime settimane...