Ciao, mi chiamo Maria Grazia, sono nata nel 1961 (leone), ho cominciato prestissimo a creare ... a sei-sette anni facevo le prime "giacchine" per le bambole (sciarpette con due buchi per infilare le braccia) .... poi fiori di carta, portamatite o portafiori con le mollette di legno, ricamo e maglie, tante maglie .... anche ora le idee sono tantissime, purtroppo il tempo è poco ma riesco lo stesso a ritagliarne durante la giornata per "liberarle" ....

domenica 10 agosto 2014

passeggiata sul Roen

Una passeggiata in montagna, camminando con calma, assaporando il panorama e osservando con calma fiori, insetti e tutto quello che incontravamo. Questo è stato il programma di sabato scorso per me e Guido, una piccola escursione in val di Non, da malga Romeno a monte Roen.
Lasciamo la macchina nel parcheggio proprio a pochi passi da malga Romeno (qui eravamo passati anche due anni fa, con le m-bike per una escursione verso il rifugio Oltradige); da qui il sentiero sale un po' ripido ma non è affatto difficile....
...nei prati attorno alla malga pascolavano, oltre alle solite mucche, anche maiali e alcune oche....
...piccoli coleotteri di un bellissimo blu elettrico attirano la mia attenzione, alcuni sembravano appena usciti dalla doccia, con quelle minuscole goccioline di rugiada ancora addosso...
.... e una piccola chiocciolina si stava probabilmente preparando per la prima colazione.....
...e poi lungo il percorso molti fiori: l'iperico...
...di questo bel fiore non sono riuscita a trovare il nome....
 
 come si vedeva nelle prime foto, la giornata non era bellissima, il sole era coperto dalle nubi e tutto era ancora bagnato dalla rugiada.... molte galle rosse sembrano tanti piccoli frutti sui rododendri (sono delle escrescenze prodotte da funghi parassiti)
...piccoli astri, nigritelle... il lilla era il colore predominante sui prati e nel sottobosco...
...quasi arrivati sulla cima si aprono un po' le nubi e riusciamo ad intravedere, molto in basso, la valle dell'Adige...
...mal'apertura delle nubi è solo per poco, la cima la intravediamo tra la foschia (con i due bikers che erano passati poco prima) e da li la vista purtroppo è il bianco indefinito delle nuvole...
...mentre cerchiamo di scorgere il fondovalle, tra le rocce (naturalmente non raggiungibili) mi attira una macchia chiara e, montato lo zoom sulla macchina fotografica, ho questa sorpresa....
...a lato della croce sulla cima Roen troviamo anche questo grande mucchio di rami e radici, che sia stato preparato per un grande falò???
...lungo i prati che circondano la cima abbiamo un'altra sorpresa: tante, tantissime piccole stelle alpine sparse lungo tutto il pendio....
...mentre ci prepariamo a scendere verso malga Smarano e Sfruz, il cielo comincia ad aprirsi un po' finalmente vediamo un po' il panorama che ci circonda...
...altri piccoli ospiti dei pascoli che attraversiamo....
...e il bellissimo pino mugo che troviamo lungo tutti i pendii....
...nei pressi di malga Smarano....
...il bel sole è durato pochissimo ma la camminata è stata comunque bellissima.....

16 commenti:

  1. Bellissima questa tua escursione che sei riuscita a fare anche con un cielo grigio. La negritella mi piace più della stella alpina, è un fiore con un profumo così particolare che ne vorrei un mazzo in ogni stanza della casa. Sono anni che non ne raccolgo, è giusto che tutti possano godere della vista di questo bel fiore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti ha un profumo particolare, dicono di cioccolata e forse un po' ci assomiglia; non la si nota subito perchè è piccolina e molto anonima, ma molto molto carina...

      Elimina
  2. Ciao Mary che immagini stupende ci regala la montagna...il tempo un po' nuvoloso forse e' giusto quello che ci voleva, non oso immaginare la fatica che avresti dovuto fare con un sole cocente...complimenti per la tua tenacia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello che abbiamo pensato anche noi, di bosco ce n'era pochissimo, con il sole sarebbe stato veramente caldissimo.....

      Elimina
  3. Quando compro le mele alla coop prendo quelle della val di Non e penso alle coltivazioni sui pendii di questa valle che ora grazie alle tue belle foto conosco anche sotto questo altro aspetto ...piena di fiori...Le stelle alpine ...quando mi piacerebbe vederne una dal vivo !!! Ne conservavo una quando ero ragazza schiacciata in mezzo ad un diario, anche ora ne ho una in mezzo ad un libro come una rarità quasi una reliquia. Bellissimo post e come Birbolina ...complimenti per la tua tenacia.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tantissimi anni fa non avevo neanch'io resistito e ne avevo raccolto una che fa ancora bella mostra in un piccolo quedretto, ora mi sono limitata a fotografarle, ma mi ha sorpresa la grande quantità!!! E un luogo sempre pieno di gente perché non è poi così difficile arrivarci....

      Elimina
  4. Ciao,grazie per le bellissime foto, ti confesso che
    un pochino ti invidio, bellissimi posti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono moltissimi posti da scoprire, anche non lontani da casa, molte volte bisognerebbe prendersi il tempo di visitarli; io ho anche la fortuna di abitare in una zona molto varia e raggiungibile in poco tempo....

      Elimina
  5. Che spettacolo, come mi piace la montagna!!! E le tue foto fanno venire voglia di partire subito: sei bravissima!!!
    Quest'aria un po' nebbiolina mi piace un sacco, anche se immagino sia stato meno panoramico lo sguardo, il forte sole per il mio gusto sarebbe stato stancante, anche se penso che lì sia meno caldo che qui nella piana!!!!
    Un sorriso
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh! si... in alcune zone sembrava quasi un'aria di fiaba con la foschia, peccato per il panorama, ma se ci fosse stato il sole sarebbe stato veramente caldissimo, non c'è molto bosco per tenere fresco, se non molto più in basso, e ti assicuro che quando c'è il sole picchia anche in alto, meno afoso che in pianura ma si sente!!!!

      Elimina
  6. Mi piacciono le camminate in montagna ma non sono brava come te a documentarle, sono splendide le tue foto, le stelle alpine sono sempre più rare e difficili da vedere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie , io mi limito a fotografare quello che vedo mentre cammino, e mi piace osservare, curiosare; la natura propone così tanto e spesso tiene bene nascoste le cose più rare. Le stelle che ho visto (salvo le prime che erano proprio irraggiungibili) erano sparse per tutto il pendio, ben visibili a tutti, ma non proprio vicine al sentiero segnato, per cui bisognava proprio osservare bene per rintracciarle....

      Elimina
  7. Che belle escursioni che fate sempre! Grazie per condividere queste belle immagini! Posso annusare l'odore dell'erba anche da qui!
    buon Ferragosto
    sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie 1000, con l'umidità per le piogge dei giorni scorsi effettivamente c'era una bella arietta frizzantina, un aroma molto particolare tra erba, corteccia, terriccio bagnati.....
      Buon Ferragosto anche a te

      Elimina
  8. Bellisssime foto, sei pronta per il National Geographic. Ciao, Anna. P.s. che fotocamera hai? E' una professionale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh!! Ce ne vuole per arrivare a certi livelli, a volte non è tanto la macchina fotografica (anche se aiuta tantissimo), ma è proprio il colpo d'occhio, la fortuna e un po' di ricerca dell'inquadratura giusta...e poi sfrutto la tecnologia: fino a 4 anni fa circa usavo ancora la macchina col rullino, reflex ma risparmiavo sugli scatti pensando al costo dello sviluppo; ora uso una reflex digitale o una piccola compatta e posso scattare senza risparmi provando inquadrature e angolazioni diverse....

      Elimina

Ti ringrazio per la visita e l'eventuale commento che vuoi lasciare, leggo con piacere tutti i messaggi; rispondo direttamente a ognuna via mail (controlla di non essere "no-reply" ed eventualmente lascia la tua mail) - Se non hai un' account puoi fare così: 1) Scrivi il tuo commento; 2) dove c'è "commenta come" apri il menù a tendina e scegli Anonimo; 3) Clicca su "pubblica".