Ciao, mi chiamo Maria Grazia, sono nata nel 1961 (leone), ho cominciato prestissimo a creare ... a sei-sette anni facevo le prime "giacchine" per le bambole (sciarpette con due buchi per infilare le braccia) .... poi fiori di carta, portamatite o portafiori con le mollette di legno, ricamo e maglie, tante maglie .... anche ora le idee sono tantissime, purtroppo il tempo è poco ma riesco lo stesso a ritagliarne durante la giornata per "liberarle" ....

domenica 14 aprile 2013

risotto recuperato


A dire la verità non mi veniva altro titolo, ma non è il risotto che ho recuperato, bensì il sugo per condire questo risotto, un riciclo in cucina...
La mia nonna prima e la mia mamma poi, mi hanno insegnato a non buttare i sughi, magari un po' abbondanti, che rimangono dopo la cottura di alcuni piatti di carne ma di recuperarli in altre ricette. A pranzo avevo preparato le cosce di pollo alla birra, con le verdure e il sughetto che era rimasto nella teglia non solo era un po' abbondante, ma anche profumato e gustoso (in parte naturalmente era nel piatto da tirare su col pane...). La sera ho ripreso la teglia con il sugo, aggiunto un po' di acqua, un pizzico di sale e il riso, lasciandolo cuocere e mescolando di tanto in tanto. A fine cottura ho aggiunto della ricotta e portato in tavola. Il risultato è stato un piatto leggero e buonissimo.
Finalmente sono riuscita a fare il formaggio spalmabile di kefir che avevo visto  qui... ho usato solo mezzo litro di latte per fare la prova e ho fatto una piccola modifica, invece che tenere i granuli di kefir solo massimo 48 ore nel latte, li ho tenuti una settimana, per mancanza di tempo per seguire le fasi successive, ma devo dire che il risultato è ottimo; l'ho poi aromatizzato col basilico, il mio naturalmente, raccolto, seccato e imbarattolato l'estate scorsa.... spalmato sul pane fatto in casa devo dire che è fan-ta-sti-co......

16 commenti:

  1. Ciao Mery che bella idea, anche il formaggio spalmabile non l'ho mai fatto, ma mi piacerebbe provare, dove trovo i granuli di kefir?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me li ha dati mia sorella che li ha ricevuti da una collega... in pratica per passa-mano, e a mia volta quando posso ne regalo...li uso tutti i giorni per preparare il kefir, una specie di jogurt...non saprei proprio dove comperarli, ma sarei felice di passartene un po' da "allevare"... dovremmo solo trovare un momento comune tre le tue e le mie escursioni o il luogo di lavoro (per due mesi lavoro tra Terlago e Cavedine....)

      Elimina
  2. anche io non ho mai fatto il formaggio spalmabile... e dire che lo adoro.... mmmmm....devo provare!!!
    Clelia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio da provare... mi sembrava un po' laboriosa la lavorazione ma alla fine non lo è e mi piace tantissimo, anche se leggermente acido....

      Elimina
  3. Un gran bel recupero! Da provare sicuramente e poi l'idea di non buttare mi piace moltissimo. Notte..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le nonne non si limitavano a non buttare ma riutilizzare le vecchie cose, riciclavano a 360 gradi ed è bello ogni tanto riscoprire anche queste piccole e facili ricette....

      Elimina
  4. Amei conhecer o seu blog e achei maravilhoso.Obrigada por compartilhar essa receita que parece uma delícia!!!Me visite:http://algodaotaodoce.blogspot.com.br/
    Siga-me e pegue o meu selinho!!!

    Obrigada.

    Beijos Marie.

    RispondiElimina
  5. Mi ha incuriosito il tuo inedito risotto recuperato. Anch'io uso il mio basilico, ma invece di farlo seccare lo stipo "fittamente" in un barattolo di vetro e lo congelo. Lo tiro fuori quando mi serve e battendo con un mestolino o una posata faccio cadere le briciole di basilico direttamente sulla pietanza. Anche a me interesserebbe sapere dove trovare i grani di kefir. Ciao e grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il congelamento lo usavo per il prezzemolo, pressato nelle vaschettine del ghiaccio, poi ho scoperto la pressatura col sale fino, nei vasetti di vetro che tengo in frigo.... per il kefir, come ho detto a Birbolina, non saprei dove acquistarli, di solito vengono regalati da amiche, colleghe, parenti, etc... mi sembra di aver visto qualcosa on-line ma non saprei se funzionano; visto che è un prodotto molto conosciuto nei paesi nord africani e dei paesi dell'est, magari provare in qualche negozietto di prodotti etnici o specifici, sai, quei piccoli negozietti con prodotti tipici.... oppure potrei provare a spedire un barattolino.....

      Elimina
  6. buono il tuo risotto e poi sei stata molto brava a fare il formaggio, io non lo mai fatto! brava!

    RispondiElimina
  7. Interessante questa idea del formaggio spalmabile, ci farò un pensierino.
    Ciao

    RispondiElimina
  8. Acidenti sei brava!!!!!!! Quel risotto mi fa proprio gola, mi piace come l'hai costruito, brava
    Emi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie 1000!!! ogni tanto vale la pena di rispolverare le ricette delle nostre nonne....

      Elimina
  9. Eccomi, grazie mille per i ciccioli!!! Stanno benone e li ho messi subito al lavoro, non vedo l' ora di gustare la prima produzione! E molte altre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi fammi sapere.... e anche le altre sperimentazioni, magari provo anch'io qualcosa nuovo...

      Elimina

Ti ringrazio per la visita e l'eventuale commento che vuoi lasciare, leggo con piacere tutti i messaggi; rispondo direttamente a ognuna via mail (controlla di non essere "no-reply" ed eventualmente lascia la tua mail) - Se non hai un' account puoi fare così: 1) Scrivi il tuo commento; 2) dove c'è "commenta come" apri il menù a tendina e scegli Anonimo; 3) Clicca su "pubblica".