ciao

Ciao, mi chiamo Maria Grazia, sono nata nel 1961 (leone), ho cominciato prestissimo a creare ... a sei-sette anni facevo le prime "giacchine" per le bambole (sciarpette con due buchi per infilare le braccia) .... poi fiori di carta, portamatite o portafiori con le mollette di legno, ricamo e maglie, tante maglie .... anche ora le idee sono tantissime, purtroppo il tempo è poco ma riesco lo stesso a ritagliarne durante la giornata per "liberarle" ....

domenica 25 marzo 2012

creative in erba

Oggi non ho foto dei miei ultimi lavori, o meglio, le ho ma non le ho ancora scaricate dalla macchina fotografica, per cui ho deciso di dedicare questo post alle mie nipoti, figlie di una delle mie sorelle. Le creazioni che ho fotografato sono frutto del lavoro tra lo scorso autunno e le scorse settimane.
Queste sotto sono sono create da forme di gesso colato in contenitori riciclati, dai classici contenitori in plastica alla confezione del pandoro (il portalumino), intagliati, scavati, scartavetrati e colorati con ossidi e polveri sia a secco che bagnate e lucidate (mi hanno spiegato delle sfumature che si possono ottenere con i vari sistemi e le tecniche di verniciatura):
le creazioni di Lucia...
...e quelle di Martina... 
....sempre con lo stesso sistema Lucia ha fatto applicare, dal papà, ad una parete queste piastrelle girevoli
queste due sotto sono le mie preferite, un leone e un .. io pensavo draghetto ma Lucia ha detto che è un topolino... per me sono stupendi....
sono in argilla già colorata con ossidi e non ancora cotti..., 
... come anche questa padellina forata, la barchetta a remi
e l'insieme di dischetti ...
... queste invece sono piccole opere d'arte create sempre da Lucia con scarti del lavoro del papà....
le prime prove di Lucia e Martina con l'argilla e il risultato della cottura
l'ultima foto è la preparazione per la Pasqua, ovetti di polvere di gesso fatti con lo stampo (nell'agolino della foto) che ha creato il papà e colorati da entrambe e un angolo del laboratorio dove possono sbizzarrirsi con materiali di ogni genere... 
una piccola precisazione per il titolo che ho utilizzato...
Martina ha  12 anni tra pochi giorni, Lucia ne ha 7....

Creatività femminile in mostra

Ieri si è svolta la 5^ edizione di "Creatività femminile in mostra" di cui avevo parlato quì. La giornata già si preannunciava bella, le previsioni davano sole, bel tempo fino quasi a sera e con l'occasione di altri appuntamenti nel centro di Trento c'era la speranza di una buona affluenza di visitatori. Una delle prime cose che ho fatto appena allestito il mio banchetto e prima che ci fosse troppa gente, ho lasciato Guido a sorvegliare e ho fatto un giro veloce per salutare alcune amiche che a loro volta esponevano e per conoscere finalmente una bravissima blogger, anche lei presente con i suoi bellissimi gioielli in macramé, Alessandra del blog "GiogiAle". Nel corso della mattinata ho poi ricevuto una graditissima sorpresa, è riuscita a trovarmi in tutta quella marea di banchetti la carissima Cinciarella del blog "con un filo", che sono veramente felice di aver conosciuto, peccato non aver avuto molto tempo per chiacchierare di più.... poi nel corso della mattinata la folla è aumentata, molte persone si fermavano ad osservare, chiedere informazioni sulle tecniche, su materiali, commentare.. molti i complimenti per tutte le partecipanti, parecchie anche le vendite e molto contente anche le acquirenti perché erano sicure che quanto comperato era veramente "fatto a mano". Sono riuscita anche a fare un giro veloce per vedere (e ammirare) le varie creazioni delle altre espositrici, alcune delle quali veramente stupende e originalissime (ho conosciuto una creatrice di gioielli e accessori fatti con quanto riesce a trovare nelle sue passeggiate, semi, foglie secche, pignette, frammenti vari... lavorati poi per poter essere più resistenti, che abbinava alle sue creazioni in maglia, capi originali, e con la quale mi sono fermata a chiacchierare un po'). Nel corso del pomeriggio il tempo si è un po' guastato, fino all'arrivo della pioggerella che ha fatto chiudere tutto e scappare la gente con un paio di ore in anticipo. Nella foto qui sotto, un collage del mio banchetto all'ombra (si fa per dire visto che ero in pieno sole) della fontana del Nettuno e uno scorcio di parte di piazza Duomo prima della grande affluenza di metà mattino.

lunedì 19 marzo 2012

mettiamoci una pezza....

Come avevo anticipato in questo post, ho preparato delle mattonelle da inviare per l'iniziativa che si terrà a L'Aquila a tre anni dal terremoto. Sono tre mattonelle cm 25x25 molto semplici, lavorate ad uncinetto e che ho spedito all'associazione organizzatrice questa mattina.

domenica 18 marzo 2012

52 week project - foto 11-52

Poco prima che il cielo si annuvolasse e cominciasse a piovigginare, sono riuscita a fare alcune foto in giardino:

i pyrus fioriti...

...le sassifraghe che si fanno notare con tutto quel rosa che spicca in mezzo al verde e appena bagnate dalla pioggerella....

.. ma la foto della settimana è questo rametto dell'albicocco....
... il perché ho scelto questa foto lo vedete nella sequenza fotografica quì sotto....

... questo è l'albicocco completamente fiorito, non si vede molto bene ma ogni ramo e rametto è carico di fiori, il rametto della foto sopra è quella piccola macchia bianca lungo il tronco, saranno circa 40 cm da terra...
...poi arriva Attila, mi stava già seguendo e controllava quello che stavo facendo, lamentandosi perché non gli davo molta retta mentre osservavo i fiori e li fotografavo, così controlla anche lui quel ciuffetto bianco...
.... e succede tutto in un lampo mentre sto scattando, con le zampette dà un colpo al rametto, i fiori volano (nello scatto si vedono i fiori bianchi che ancora stanno cadendo..) e scappa seguito dal mio "nooooo! Attilaaaaa!!!" ....... il risultato è che del ciuffetto mi rimane solo la foto e un unico fiorellino sopravvissuto....

domenica 11 marzo 2012

passeggiata sul lago di Caldonazzo

Domenica, una tranquilla passeggiata lungo il lato est del lago di Caldonazzo, lato meno turistico e più tranquillo del lago.

sabato 10 marzo 2012

52 week project - foto 10-52

Di nuovo un sabato soleggiato e caldo, perfetto per i piccoli lavori in giardino. Ho terminato la potatura delle rose, piantato bulbi di tulipano e crocus, alcuni narcisi, tagliato rametti secchi da altri cespugli, un po' di pulizia tra i gigli e gli iris che si stanno allungando, ho trovato tra le foglie secche la prima primuletta sbocciata, piccoli fiorellini azzurri sparsi nel prato, il pyrus ormai quasi fiorito, l'albicocco pieno di ciuffi di grossi bottoni rosa, e, nascoste sotto le grandi foglie, le sassifraghe già fiorite...

E poi tra le erbe del prato, il tarassaco, ho approfittato e ne raccolto una ciotola; l'ho cotto con un po' di cipolla e ha fatto da contorno ai tranci di salmone alle erbe aromatiche e ai carciofi che avevo preparato per il pranzo; erano veramente tenerissime queste erbette, e dolci....

domenica 4 marzo 2012

52 week project - foto 9-52

Ieri la giornata era stupenda, primaverile, calda, in giardino tanti spunti per le foto, il pyrus sta sbocciando, il lillà ha già i piccoli boccioli, piccoli fiorellini azzurri nel prato,... ma ho approfittato per potare le rose (solo una metà, le altre dovrò farle un'altro giorno, come la grande rampicante che mi porterà via quasi tutta una mattina), l'albicocco, la prugna, il pero, il piccolo pesco e il melo (ho parecchie piante da frutto in giardino ma tutte singole, le pesche e il ribes sono in coppia ma di due tipi diversi).
E' arrivato così il pomeriggio con il vento e le nuvole e allora ho optato per una foto del piccolo giardino che ho in casa, in parte sul piano della cucina e in parte sul piano rialzato che d'inverno per queste piantine è l'ideale, anche per via della grande porta finestra che ho subito a sinistra.
Sono piante grasse, due orchidee che cominciano adesso a mettere le foglie nuove, tra qualche mese, non appena le temperatura esterna lo permetterà, potranno di nuovo essere messe all'esterno, le primule saranno trapiantate nei prossimi giorni.




Questa a lato è una palmetta del Madagascar che, anche se non sembra, ha ormai 27 anni. Non cresce tanto, ma probabilmente è per via del vasetto che la contiene, visto che si sta allargando alla base dovrò presto trasferirla in un vaso più grande.


E le primule in attesa di trapianto, è già da un mese che continuano a fiorire...